Giovedì 18 aprile 2024, alle ore 17, sarà trasmessa la cerimonia d’Inaugurazione del 201° Anno Accademico in modalità ibrida, presso la Sala conferenze della Biblioteca ‘Lionello Poletti’ dell’Accademia delle Scienze di Ferrara, in via del Gregorio, 13 a Ferrara


PROGRAMMA

  • Saluti e relazione del Presidente dell’Accademia delle Scienze di Ferrara, prof. Pier Andrea Borea (Professore Onorario dell’Università di Ferrara), e consegna dei Diplomi di socio accademico ai nuovi soci nominati nell’anno 2023-2024, i professori: Luciano Fadiga, Stefano Mazzotti, Vincenzo Coscia, Katia varani, Matteo Marti e Gianni Zamorani.
  • Prolusione dal titolo: Spina, cerniera tra il Mediterraneo e l’Europa. Scambi commerciali e interazioni culturali, tenuta dalla prof.ssa Stella Patitucci Uggeri (Professore Emerito di Archeologia cristiana e medievale, Università di Cassino).

La cerimonia d’Inaugurazione del 201° anno accademico sarà visibile al seguente link:https://youtube.com/live/U00CJ1e9elE


Abstract
Spina cerniera tra il Mediterraneo e l’Europa. Scambi commerciali e interazioni culturali
Riassunto:
A cento anni dalla scoperta della città etrusca di Spina si pone la necessità di un
ripensamento globale della sua realtà archeologica e del suo significato storico. Appare
evidente oggi che questa città fondata alla fine del VI secolo dagli Etruschi costituiva in
età classica il centro commerciale più vitale del Mediterraneo, essendo una cerniera tra le
vie d’acqua del Mediterraneo centro-orientale e le vie fluviali che dall’interno della Pianura
Padana la connettevano con l’area celtica dell’Europa.
La realtà archeologica dell’abitato, pur essendo complementare a quella della necropoli,
mette in evidenza degli aspetti nuovi che permettono di cogliere la profonda interazione
culturale tra la città, con la sua base fondamentalmente etrusca, e l’ambiente greco, e in
particolare ateniese. Inoltre, la fase più tarda della città nella prima metà del III secolo a.C.
adombra interscambi culturali con l’ambiente celtico, anche questa una novità rilevante.
Spero che il soggetto, ben noto al pubblico colto ferrarese, risulti stimolante per le novità
dell’impostazione su un piano dei rapporti internazionali tra la maggiore potenza del
Mediterraneo antico nel V secolo a.C., Atene, e questo sperduto punto di approdo nel
recesso più profondo del golfo adriatico.
Stella Patitucci