Convegno di studi 

17 e 18 ottobre 2023, ore 15 – 18.30 presso la Sala Agnelli della Biblioteca Comunale Ariostea, in via delle Scienze, 17  Ferrara.

L’invito è esteso a tutta la cittadinanza interessata all’evento.

Link per collegarsi all’evento da remoto:

17/10: L’Accademia delle Scienze di Ferrara compie 200 anni – YouTube

18/10: L’Accademia delle Scienze di Ferrara compie 200 anni – YouTube


PROGRAMMA del 17 ottobre

15.00 Saluti e introduzione dei lavori

15.30 Francesco Scutellari, Un Presidente dell’Accademia, Rettore della Libera Università di Ferrara: Carlo Grillenzoni (1814- 1897) medico, patriota, parlamentare e filantropo

16.00 Maria Conforti, Un Presidente dell’Accademia, il medico Lionello Poletti, e il suo fondo di manoscritti

16.30 Tito Manlio Cerioli, Un’indagine tra le carte dell’archivio dell’Accademia

Pausa

17.30 Luigi Grassi, La donazione a UniFE del fondo di volumi e manoscritti del professore Gaetano Boschi (1882-1969) e il progetto “170 anni di psichiatria a Ferrara”

18.00 Rodolfo Liboni, Un ritratto di un Presidente dell’Accademia: Gaetano Boschi e alcuni suoi inediti

PROGRAMMA del 18 ottobre

15.00 Carlo Contini, L’Accademia nel contrasto alle epidemie nel ferrarese

15.30 Francesco Scutellari, Il primo Presidente della Classe di Scienze Giuridiche: Giulio Righini, (1884-1965), principe del foro ferrarese e appassionato cultore di storia locale

Pausa

16.30 Maria Teresa Borgato, Margherita Piazzolla Beloch (1879-1976): fare geometria con la piegatura della carta

17.00 Massimiliano Mella, Alcuni aspetti della ricerca in geometria algebrica di Margherita Piazzolla Beloch

17.30 Riccardo Tamarozzi, Carlo Magri, Margherita Piazzolla Beloch e la Roentgen fotogrammetria

18.00 Tito Cerioli, Paolo Zanardi Prosperi, Giuliana Avanzi Magagna, Presentazione della mostra di documenti e volumi a stampa dell’Archivio e della Biblioteca dell’Accademia


Abstract

Buon Compleanno! L’Accademia delle Scienze di Ferrara compie 200 anni

Nel 2023 si festeggiano i 200 anni dell’Accademia delle Scienze di Ferrara. Se il 22 ottobre 1822, il medico Alessandro Colla ospitò nella sua abitazione il primo degli incontri settimanali di medici, chirurghi e farmacisti, fu solo l’anno successivo che queste adunanze furono organizzate formalmente.

Il 14 marzo 1823 fu redatto il primo verbale del sodalizio ora denominato “Medica conversazione”. Due anni dopo, grazie all’intervento del cardinale Carlo Odescalchi, Arcivescovo di Ferrara, fu conseguito il titolo di “Accademia Medico-Chirurgica di Ferrara, fu eletto il primo Presidente e stabilito il regolamento, approvato dalla Sacra Congregazione degli Studi il 18 dicembre 1827. L’apertura dell’Accademia alle scienze fisico-matematiche e alle scienze giuridiche, filosofiche e storiche negli anni trenta del Novecento, portò all’odierna denominazione di Accademia delle Scienze di Ferrara.

Come recita l’art.1 dello Statuto: “L’Accademia persegue, senza scopo di lucro, finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale mediante l’esercizio, in via esclusiva o principale, delle seguenti attività di interesse generale, e in particolare: a) la ricerca scientifica; b) l’organizzazione e gestione di attività culturali, artistiche e di interesse sociale, incluse attività anche editoriali, di promozione e diffusione della cultura”.

In questi primi 200 anni di vita, l’Accademia ha attraversato epoche storiche molto diverse tra loro, periodi di relativa pace e tranquillità si sono intercalati con eventi bellici di grande tragicità. L’Italia e con lei Ferrara ha vissuto i moti risorgimentali, l’Unità dell’Italia, il Concordato con la Santa Sede, il ventennio fascista, due guerre mondiali. Nonostante le evidenti difficoltà, in ogni tempo generazioni dapprima di medici, poi anche di scienziati e umanisti hanno portato il proprio contributo per sviluppare le finalità dell’Accademia e dare lustro a questo sodalizio.

Anche oggi stiamo vivendo tempi difficili, ma nonostante ciò abbiamo deciso di celebrare i 200 anni portando avanti una serie di iniziative. In concomitanza con l’inaugurazione dell’anno accademico che si è svolta il 23 marzo alla presenza delle autorità civili e militari, abbiamo allestito una mostra di documenti e libri preziosi dei fondi archivistico e librario dell’Accademia. Oltre alle numerose sedute accademiche che l’Accademia organizza regolarmente, in cui quest’anno sono stati ricordati alcuni soci illustri del passato, Antonio Rossi, Giovanni Uggeri, Marco Bondesan, Tommaso Bonaccioli, abbiamo organizzato tre convegni in collaborazione con l’Università di Ferrara, la Società Medico Chirurgica di Ferrara e la Deputazione Provinciale Ferrarese di Storia Patria: l’Ottavo Congresso di Topografia Antica in onore di un socio recentemente scomparso, Giovanni Uggeri (Ridotto del Teatro 14-16 giugno); Riforma Cartabia e sistema penale: luci e ombre (Aula Magna Dipartimento di Giurisprudenza 8 giugno); Nuove frontiere in Oculistica (Imbarcadero del Castello 28 aprile)

Sempre nell’ambito delle celebrazioni, il 17 e il 18 ottobre 2023 dalle 15 alle 19 presso la Sala Agnelli della Biblioteca Ariostea, abbiamo previsto una serie di relazioni intese a illustrare alla cittadinanza la storia dell’Accademia e il ruolo che essa ha svolto e continua a svolgere per sviluppare e promuovere la cultura in tutti i suoi diversi aspetti.